CAMPO VISIVO SECONDO METODO DI ZINGIRIAN-GANDOLFO

PER CERTIFICATI MEDICI INTRODUTTIVI (RICHIESTA INVALIDITÀ CIVILE)

Il metodo di Zingirian-Gandolfo permette un’analisi completa del campo visivo binoculare, con calcolo della minorazione della visione periferica (fino all’ipovisione o alla cecità). Infatti, consente di effettuare una valutazione ottimale a livello funzionale, poiché è importante la quantificazione del danno visivo periferico nelle condizioni normali delle attività quotidiane. Con tale metodo vengono esplorati 100 punti, dei quali 60 si trovano nella zona bassa del campo visivo (emicampo inferiore) e i rimanenti 40 in quella superiore. Inoltre 64 punti sono collocati nel campo visivo paracentrale (5°-30°) e solo 36 in quello periferico (30°- 60°).

I certificati medici introduttivi sono “il primo passo” necessario per la presentazione della domanda di invalidità civile e, come da indicazioni tratte dal sito Inps per la domanda di Invalidità Civile (di cui a i link sotto riportati), tali certificati, possono essere eseguiti anche da medici di base e da medici oculisti privati, facendo concorrereai fini del rilascio di tale certificazione, anche l’esame del campo visivo eseguito, oltre che dai medici oculisti, dagli ortottisti per quei casi in cui, pur non essendo il paziente un “cieco parziale o ventesimista”, esso può essere ugualmente considerato “cieco parziale” quando gli risulti un residuo perimetrico binoculare inferiore al 10%. Il medesimo esame del campo visivo può essere richiesto dal paziente anche a medici non operanti in strutture pubbliche su indicazione delle Commissioni Mediche Provinciali.

Inoltre, come riportato nel Protocollo 1277 dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (link a fine pagina), non è necessario che l’esame del campo visivo binoculare di Gandolfo sia eseguito in strutture pubbliche o accreditate presenti in loco, bensì è necessario “che lo specialista chiamato ad eseguire la misurazione del Campo visivo esprima “nella refertazione le proprie osservazioni sull’effettiva affidabilità del test, ovvero sulla presenza di elementi o circostanze che ne riducano l’attendibilità o, più brevemente, a dichiararne la validità a fini medico legali”.”

Ricapitolando:

Posso eseguire l’esame anche privatamente?

SI.

Finito l’esame che cosa viene rilasciato?

Viene stampato il risultato nel quale sono riportati 3 diverse categorie di punti: Punti Visti, Punti Percepiti e Punti Non Visti. Lo specialista attesta le osservazioni da lui rilevate e calcola il residuo perimetrico con una semplice formula matematica: N° Punti Visti + (N° Punti Percepiti : 2) = valore % di residuo perimetrico.

Es. Punti visti 23/100, Punti Percepiti 20/100 e Punti Non Visti 57/100, in questo caso la formula sarà 23+(20 : 2) = 33% di residuo perimetrico.

Quando si parla di Cieco Parziale o Cieco Totale?

Si può tenere fede alla tabella riassuntiva riportata di seguito

Tabella Riassuntiva 1 - Metodo Gandolfo

Links:

Indennità speciale (Sito INPS)

Accertamento sanitario (Sito INPS)

Accertamento della cecità e della ipovisione- Buone prassi UICI e INPS- Istruzioni operative e metodologiche – Protocollo 1277 (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti)