Cos’è la Pressione Oculare?

La pressione oculare, o la pressione intraoculare (IOP), è un indicatore importante della salute degli occhi. La pressione oculare viene misurata in millimetri di mercurio (mmHg) e una pressione oculare normale è compresa tra 10 e 21 mmHg. Tuttavia, una pressione oculare elevata può essere un segnale di una condizione chiamata ipertensione oculare, che se non trattata tempestivamente può causare danni permanenti alla vista.

La maggior parte dei casi di glaucoma sono associati ad ipertensione oculare. Tuttavia, ci sono anche casi di glaucoma in cui la pressione intraoculare è normale, noto come glaucoma primario normoteso. In questi casi, gli esperti ritengono che la causa sia un difetto nella struttura o nella funzione del nervo ottico, che rende l’occhio più vulnerabile ai danni.

Quali sono i fattori di rischio per l’ipertensione oculare?

Ci sono diversi fattori di rischio per l’ipertensione oculare, tra cui:

  1. Età: l’ipertensione oculare è più comune negli adulti di età superiore ai 40 anni.
  2. Razzo: la pressione oculare elevata è più comune negli afroamericani rispetto ad altri gruppi etnici.
  3. Familiarità
  4. Genere femminile
  5. Condizioni di base: le persone con diabete, ipertensione arteriosa, obesità o malattie cardiache hanno un rischio maggiore di sviluppare l’ipertensione oculare.
  6. Fumo
  7. Alcool
  8. Uso di steroidi: l’uso a lungo termine di steroidi, sia per via orale che topica.
  9. Uso di droghe: alcune droghe, come la cocaina, possono causare un aumento della pressione oculare.
  10. Traumi agli occhi: lesioni agli occhi o chirurgie oculari possono aumentare il rischio di ipertensione oculare.
  11. Alti livelli di stress
  12. Elevato consumo di sale
  13. Sedentarietà

Quali sono i sintomi ed i segni dell’ipertensione oculare?

I sintomi dell’ipertensione oculare possono essere lievi o assenti nei primi stadi della malattia. Tuttavia, i segni e i sintomi più comuni dell’ipertensione oculare includono:

  1. Dolore agli occhi: può essere descritto come una pressione o un dolore pulsante nell’occhio.
  2. Visione offuscata: può verificarsi una riduzione della nitidezza della vista, soprattutto durante l’attività fisica o al momento di coricarsi.
  3. Emicrania oculare: può verificarsi un mal di testa intorno agli occhi o dietro gli occhi.
  4. Nausea e vomito: possono accompagnare il dolore agli occhi.
  5. Sensibilità alla luce: può esserci una maggiore sensibilità alla luce, causando fastidio o dolore agli occhi.
  6. Perdita della vista periferica: può verificarsi una perdita della vista periferica, causando una visione distorta o un’area scura nella visuale.
  7. Visione doppia: può verificarsi una visione doppia.
  8. Occhio rosso: può esserci arrossamento nell’occhio interessato

Come si misura la pressione oculare?

La Tonometria è la tecnica che permette di misurare la pressione oculare ed esprime la misura in millimetri di mercurio (mmHg)

Come si svolge la misurazione?

Presso il mio studio la misurazione è rapida, indolore e non richiede anestetici, soffi con aria o altri dispositivi.
Viene effettuata con sonde sterili e monouso.

Riguardo le sonde monouso

Terminata la misurazione, la sonda verrà rimossa dallo strumento e sarà gettata a garanzia nel non riutilizzo.

Perchè in alcuni casi viene richiesta la Curva Tonometrica?

Per Curva Tonometrica si intendono tutti quei valori della Pressione Intraoculare nello studio circadiano. Secondo gli ultimi studi scientifici è stato infatti calcolato che durante le 24 ore, la pressione intraoculare può subire delle fluttuazioni di oltre 10 mm Hg, che aumentano in caso di glaucoma, risultando a lungo termine assai dannose per il nervo ottico.

In alcuni casi, soprattutto nei “glaucomi a pressione intraoculare normale”, può essere utile una misurazione ogni 2-3 ore circa nella stessa giornata, per valutarne i picchi in modo da poter apporre un adeguato e mirato trattamento farmacologico.
Esistono 4 diverse curve:

  • morning type”, con valori massimi tra le 4 e le 8;
  • day type”, con picco tra le 15 e le 18;
  • night type”, con picco compreso tra le 24 e le 4;
  • flat type”, in cui non vengono presentati picchi significativi nelle 24 ore.

La curva tonometrica è un approfondimento principalmente effettuato nei casi borderline prima di cominciare una eventuale terapia anti-glaucomatosa ed ai fini di stabilire quale collirio utilizzare a seconda del picco pressorio evidenziato.

Qual è il trattamento per un’elevata pressione oculare?

Il trattamento dell’ipertensione oculare dipende dalla causa sottostante e dalla gravità della condizione. Il trattamento più comune per l’ipertensione oculare è l’utilizzo di gocce per gli occhi per abbassare la pressione oculare. In casi più gravi, può essere necessaria la chirurgia per migliorare il drenaggio del liquido intraoculare.

È importante che le persone con pressione oculare elevata o sintomi di ipertensione oculare vedano regolarmente un professionista sanitario per esami oculari. In questo modo è possibile identificare e trattare l’ipertensione oculare in modo tempestivo, prima che causi danni permanenti alla vista.